Il territorio:

 

map

 

Carso

 

 

Friuli Colli Orientali

 

 

Friuli Collio

 

 

Friuli Annia

 

 

Friuli Aquileia

 

 

Friuli Grave

 

 

Friuli Isonzo

 

 

Friuli Latisana

 

Friuli Grave Colli Orientali del Friuli Collio Friuli Latisana Friuli Annia Friuli Aquileia Friuli Isonzo Carso

 

 

 

Friuli Venezia Giulia: terra di passioni, tradizioni e cultura.


Il Friuli Venezia Giulia è una terra di antichissima tradizione vitivinicola,  la zona è da sempre ricca in varietà di vitigni che danno vini tra i migliori d’ Italia, i più noti sono certamente i bianchi, ma la produzione si divide al 50% con i rossi. Accanto ai vitigni internazionali, che sono i più utilizzati, si trovano ancora vitigni autoctoni quali pignolo, tazzelenghe, terrano, refosco dal peduncolo rosso a bacca nera, ribolla gialla, picolit, verduzzo friulano, tocai friulano a bacca bianca. La regione, ai primi posti nella produzione nazionale, è rappresentata da 2 DOCG, 9 DOC e da 3 IGT, che fanno si che la quasi totalità dei prodotti sia ottenuta da vitigni tutelati. La collocazione geografica e le condizione climatiche rendono i terreni di questa regione perfetti per la coltivazione della vite. Nella pianura friulana il clima è di tipo sub-mediterraneo umido, nelle zone collinari si trasforma in continentale. Le precipitazioni in tutto il Friuli sono abbondanti e ben distribuite nel corso dell'anno, la pioggia è fondamentale per la nutrizione idrica della vite e per aumentare il tasso di zuccheri degli acini. La zona settentrionale è montuosa e non si coltiva la vite, le zone più importanti sono quelle collinari e limitrofe al mare. La regione viene attraversata da numerosi fiumi, i più importanti sono il Tagliamento e l’Isonzo, nelle cui vicinanze la vite trova un clima ideale per la coltivazione.

Nella piccola cittadina di Rauscedo, situato nelle Grave a ridosso del fiume Meduna,  c’è il più grande centro mondiale per la produzione di barbatelle innestate, cioè piccole viti innestate su portainnesti che poi saranno piantate, coltivate e diventeranno vere e proprie viti.

 

Le Zone DOC:


Friuli Grave

Le Grave si estendono su una superficie di circa 7.500 ettari a cavallo del fiume Tagliamento, tra le province di Pordenone e Udine. La zona, a ridosso dell’arco alpino, si è formata nell’arco dei millenni con i depositi di materiale calcareo dolomitico portati a valle dalle alluvioni. Il terreno è caratterizzato da un ampia superficie sassosa che aumenta l’escursione termica tra il giorno e la notte, questo aspetto favorisce  la coltivazione di uve particolarmente aromatiche e di vini profumati ed eleganti. I vini delle varietà a bacca bianca si presentano freschi, fruttati ed eleganti; i rossi armonici e profumati da giovani, pieni e strutturati se invecchiati.

Vini Rossi: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero, Refosco dal Peduncolo Rosso

Vini Bianchi: Chardonnay, Friulano, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Riesling, Sauvignon, Traminer Aromatico, Verduzzo Friulano.

 

Friuli Annia

La zona Doc Friuli Annia è di recente costituzione, ma la tradizione del vino del luogo ha origini antichissime. L’ area è attraversata dalla antica “strada Annia”  ed è caratterizzato nella parte più a sud dalla Laguna di Marano da cui riceve i benefici influssi del clima ventilato lagunare e produce vini bianchi briosi e sapidi.

Vini Rossi: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Refosco dal peduncolo rosso

Vini Bianchi: Chardonnay, Malvasia, Pinot bianco, Pinot grigio, Tocai Friulano, Verduzzo Friulano, Traminer aromatico, Sauvignon

 

Friuli Aquileia

La zona di produzione dei vini Doc Friuli Aquileia comprende oltre 900 ettari di vigneti ed è costituita dalla fascia di terra che si affaccia sulla Laguna di Grado e prosegue a nord, verso Aquileia e Cervignano del Friuli, fino a raggiungere la storica fortezza di Palmanova. Il clima beneficia della vicinanza del mare: d'estate sempre ventilato quindi meno umido e d'inverno più mite con temperature che solo poche volte scendono sotto lo zero. I terreni sono di natura prevalentemente argillosa, di origine alluvionale e ricchi di minerali. I vini sono ottimi e particolarmente profumati.

Vini Rossi: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Novello, Refosco dal peduncolo rosso, Rosato, Rosso

Vini Bianchi: Bianco, Chardonnay, Malvasia Istriana, Müller Thürgau, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Spumante, Riesling, Tocai Friulano, Traminer Aromatico, Verduzzo Friulano

 

Friuli Latisana

La zona a Denominazione di Origine Controllata "Friuli Latisana" si estende nella fascia meridionale della provincia di Udine ed è prevalentemente costituita da terreni argillosi, di difficile lavorazione ma ricchi di sali minerali che conferiscono un aroma particolare a questi vini, dalle caratteristiche inconfondibili: 400 ettari di vigneti specializzati, da cui provengono in maggior parte vini rossi. La vicinanza del mare determina benefiche correnti di aria calda e salmastra, permettendo la produzione di un vino ottimo particolarmente profumato.

I vini bianchi della sono di tenue colore paglierino, di gradevole morbidezza e di profumi caratteristici e delicati. Vanno consumati giovani, per coglierne appieno la fragranza e il bouquet che li distinguono.

I vini rossi si presentano d'un bel colore rosso brillante, di rotonda corposità, con personalità di profumi e sapori che ne consentono anche l'invecchiamento.

Vini Rossi: Cabernet, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Franconia, Merlot, Pinot Nero, Refosco dal peduncolo rosso.

Vini Bianchi: Chardonnay, Malvasia Istriana, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Riesling Renano, Sauvignon, Tocai Friulano, Traminer Aromatico, Verduzzo Friulano.

 

Friuli Colli Orientali

La zona doc comprende l’intera formazione collinare della porzione orientale della provincia di Udine ed ha in Cividale il suo capoluogo enologico, in totale sono presenti più di 2000 ettari di superficie vitata. Il territorio si è formato nei millenni da depositi di origine eocenica e i terreni si presentano oggi come un'alternanza di strati di marne (argille calcaree) ed arenarie (sabbie calcificate) dall’aspetto molto tipico. Terreni straordinariamente adatti alla viticoltura per la loro giacitura e composizione. Il clima gode del riparo delle Alpi alle spalle e di una costante, benefica ventilazione dal mare Adriatico. La zona gode di infiniti microclimi, più umidi e freschi a Nord a ridosso delle montagne e più miti e asciutti verso Sud.

La produzione è rigorosamente contenuta in termini quantitativi e si caratterizza per la manualità delle vendemmie. I vitigni autoctoni vantano tradizione millenaria e il disciplinare di produzione dei Colli Orientali del Friuli annovera al suo interno il maggior numero di vitigni autoctoni in Italia.

All’interno della D.O.C. sono stati identificati tre “cru” (sottozone) di particolare pregio: Ramandolo, Cialla e Rosazzo.

Prima DOCG della regione, deriva da uve di Verduzzo friulano prodotte in una piccola zona dei Colli Orientali del Friuli. Vitigno antichissimo, il Ramandolo viene coltivato nella zona compresa tra Nimis e Tarcento. La produzione è limitata a 280.000 bottiglie anno, carattere forte e sapore gradevolmente dolce, di corpo, è’ un vino ideale per la meditazione.

Il secondo riconoscimento D.O.C.G. arriva nel 2006. Picolit è un vitigno autoctono friulano, caratterizzato da produzioni limitatissime dovute a una particolarità nello sviluppo degli acini che vanno incontro ad un parziale aborto floreale, lasciando il grappolo spargolo con acini più piccoli e più dolci. Il colore è giallo ramato molto intenso, tendente all’ ambrato, caratterizzato da una grande complessità e varietà di aromi.

Vini Rossi: Cabernet, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pignolo, Pinot Nero, Refosco dal peduncolo rosso, Refosco nostrano, Rosso, Schioppettino, Tazzelenghe.

Vini Bianchi: Bianco, Chardonnay, Dolce, Friulano, Malvasia Istriana, Picolit Docg, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Ramandolo Docg, Ribolla Gialla, Riesling, Sauvignon, Traminer Aromatico, Verduzzo Friulano.

 

Friuli Collio

La zona D.O.C. Collio, nota per la eccellente produzione di vini D.O.C.,  comprende circa 1600 ettari di vigneti collinari specializzati, distesi lungo la fascia collinare settentrionale della provincia di Gorizia a ridosso del confine con la Slovenia. I vitigni oggi coltivati nel Collio sono per lo più di origine francese, importati a partire dal 1850.

La prossimità delle Prealpi Giulie costituisce un efficace riparo dai venti freddi di settentrione, e la vicinanza della costa adriatica favorisce la persistenza di un microclima mite e temperato. I terreni del Collio sono costituiti da marne ed arenarie stratificate di origine eocenica, portate in superficie in epoca remota dal sollevamento dei fondali dell'Adriatico. Queste formazioni rocciose si disgregano facilmente sotto l'azione degli agenti atmosferici, originando un terriccio che nel volgere di poche stagioni si trasforma in un substrato ideale per la viticoltura. Insieme al terreno un ottimo alleato è il clima, la ventilazione è costante e le piogge abbondanti sono ben distribuite nell’arco dell’anno, creando una riserva idrica nelle falde superficiali, che garantisce l’ideale apporto d’acqua anche nei periodi più caldi. Inoltre la conformazione collinare della zona comporta discrete escursioni termiche tra giorno e notte.
Queste condizioni favoriscono l’accumulo di zuccheri, pigmenti e sostanze aromatiche nelle uve, che caratterizzano e rendono molto tipici i vini del Collio. Nei rossi si ritrovano note morbide ed eleganti, sensazioni di calore e rotondità. Nei bianchi prevalgono la freschezza della vinificazione "in bianco", cioè non a contatto con le bucce, che caratterizza il loro sapore asciutto ed armonico.

Vini Rossi: Cabernet, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero,  Rosso.

Vini Bianchi: Bianco, Chardonnay, Malvasia, Müller Thürgau, Picolit, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Ribolla Gialla, Riesling, Riesling italico,  Sauvignon, Tocai Friulano, Traminer Aromatico.

 

Carso

La zona Doc “Carso” si estenda dall'altopiano carsico, nella provincia di Trieste, al mare e, per una piccola parte, nel territorio della provincia di Gorizia. Il clima è caratterizzato da influssi continentali, prevalentiu, mitigati da influssi mediterranei che provengono dalla costa. In estate le brezze marine sono costanti e d’inverno l’altopiano è battuto da il freddo vento di Bora.  Le uve pregiate danno vini con spiccata personalità e bianchi dal gusto aromatico e leggermente sapido.

Vini Rossi: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Refosco dal Peduncolo rosso, Terrano.

Vini Bianchi: Chardonnay, Malvasia, Pinot Grigio,  Sauvignon, Traminer Aromatico, Vitovska.

 

Friuli Isonzo

La zona doc Isonzo comprende gran parte della provincia di Gorizia ed è attraversata dal fiume Isonzo. il territorio è separato dalle acque del fiume stesso, a sinistra si contraddistingue per i terreni poco calcarei, ricchi di argille nobili impastate a ghiaie rosse, mentre quello a destra si rivela invece molto calcareo grazie alla presenza di ghiaie bianche. La temperatura è ottimale grazie all'azione termoregolatrice del mare ed alle montagne che racchiudono la piana e frenano la penetrazione dei venti da nord. L'area è vocata alla produzione di uve a bacca sia rossa che bianca, che conferiscono struttura e colore ai vini rossi, intensi e vellutati, ed aromi eleganti ed armoniosi a quelli bianchi.

Vini Rossi: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero,  Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino.

Vini Bianchi: Chardonnay, Malvasia, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Tocai Friulano, Traminer Aromatico, Verduzzo friulano.

 

Lison Pramaggiore

Si tratta di una zona DOC interregionale tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, con 6 comuni in provincia di Pordenone. Il territorio è prevalentemente pianeggiante, con terreni di origine alluvionale e glaciale, il fiume Tagliamento ha avuto un ruolo determinante nella conformazione territoriale. La ricca composizione del suolo e il clima mite sono alla base della produzione dei vini pregiati della zona. I terreni sono ricchi di calcio e producono vini pregiati, ricchi di sostanze aromatiche. L'area DOC Lison-Pramaggiore è favorita da un clima definito temperato, tale caratterizzazione è dovuta oltre alla latitudine, anche alla vicinanza del mare, alla giacitura pianeggiante e alla conseguente esposizione dei venti.

Vini Rossi: Cabernet, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Malbech, Merlot, Refosco dal Peduncolo Rosso.
Vini Bianchi: Bianco, Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Riesling, Riesling italico, Rosso, Sauvignon, Tocai Friulano, Verduzzo friulano.